News

Archivio

#montesilvanosicura #montesilvanolegale

«Abbiamo scelto di puntare gli occhi sul nostro patrimonio scolastico, sui luoghi nei quali i piccoli montesilvanesi si formano e diventano cittadini consapevoli e rispettosi del bene collettivo». E’ quanto ha dichiarato il sindaco di Montesilvano, Francesco Maragno, in occasione dell’evento “Occhi su Montesilvano” che si è tenuto stamani nella sala C. Di Giacomo di Palazzo Baldoni. Il convegno, a cui hanno preso parte anche l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Valter Cozzi, la comandante della Polizia Locale Antonella Marsiglia e il partner di progetto Territorio sociale con il suo amministratore, Gennaro Tornincasa, ha rappresentato l’occasione per fare il punto sulla situazione della cittadina adriatica, e di due iniziative realizzate grazie al cofinanziamento regionale incluso nel Fondo per le Aree Sottoutilizzate ottenuto dal Comune di Montesilvano per un importo complessivo di oltre 300mila euro. In collaborazione con Territorio Sociale, il Comune di Montesilvano ha realizzato Zero Scrap e Hall 9000. Il primo ha consentito l’installazione di 56 punti di illuminazione sull’area del lungofiume Saline, mentre con il secondo sono state collocate 36 telecamere di videosorveglianza in piazza della Colonnetta e intorno alle scuole di Montesilvano Colle, Via Tordino, Via Olona, Via Marinelli, Via Vitello d’Oro, Viale Abruzzo, Via Valle d’Aosta, Fonte d’Olmo, Via S. Gottardo.  «La sicurezza di una città è garantita – ha proseguito il primo cittadino - attraverso attività di prevenzione, un controllo capillare del territorio, ma soprattutto con la collaborazione dei cittadini stessi. Le migliori sentinelle e i più efficaci controllori sono proprio i membri di una comunità».

«Abbiamo scelto di puntare gli occhi delle telecamere sulle scuole del territorio – ha specificato l’assessore Valter Cozzi  - troppo spesso bersaglio di atti vandalici. Il sistema di illuminazione sul lungofiume Saline rappresenterà, invece, un deterrente per lo scarico abusivo di rifiuti, problema che intendiamo affrontare anche mediante l’installazione delle foto trappole». «Zero Scrap e Hall 9000 – ha aggiunto Tornincasa di Territorio Sociale – sono il frutto di una partnership tra una realtà privata come la nostra ed una Pubblica Amministrazione, che ci ha consentito di cogliere quelle buone opportunità derivanti dall’Europa».  La platea, composta da autorità e ragazzi delle scuole, si è dimostrata ricettiva rispetto alle parole degli Amministratori e a quelle del comandante Marsiglia che, dopo aver mostrato un contributo video, ha puntato l’attenzione sull’importanza della conoscenza del territorio e del rispetto di esso.

L’evento è stato moderato dalla comunicatrice Alessia Di Giovacchino.  «Siamo consapevoli di aver compiuto solo un primo passo – ha concluso Maragno – ma è un primo passo concreto, sano e indispensabile per raggiungere l’obiettivo di una Montesilvano sicura e legale».